header_image
I tuoi risultati di ricerca
Scritto da Redazione Orizzonti Casa il 25 ottobre 2016
| 0

 

Nel 2017 per tutti coloro che intendono ristrutturare o comprare casa oppure acquistare dei mobili possono avvalersi di diversi bonus e agevolazioni per risparmiare sulle spese.

La conferma dei Bonus Casa 2017 si aggiunge alle altre agevolazioni a sostegno delle famiglie e delle imprese introdotte con la LEGGE DI BILANCIO

Le misure previste dal Bonus Edilizia 2017

Con la Legge di Stabilità 2017 sono stati prorogati per altri 5 anni gli ECOBONUS, BONUS MOBILI e BONUS RISTRUTTURAZIONI, inoltre è stato introdotto il SISMABONUS 2017, che può essere utilizzato per la messa in sicurezza degli edifici situati nelle zone ad alto rischio sismico.

Quali sono i principali contributi previsti dal pacchetto Bonus Casa 2017?

Considerato l’enorme successo il bonus ristrutturazioni è stato confermato anche per tutto il 2017.

Per le ristrutturazioni è possibile detrarre dall’Irpef il 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione edilizia fino ad un un tetto massimo complessivo di 96mila euro, da detrarsi in 10 anni. Le spese da portare in detrazione comprendono i lavori di manutenzione straordinaria, quali manutenzione, risanamento o restauro e ristrutturazione edilizia relativa all’unita abitativa

Degno di nota è che con la legge di stabilità, pacchetto edilizia 2017, sono previste anche detrazioni fino al 50% con importo complessivo massimo non superiore a 10mila euro per quanto riguarda l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe energetica elevata.

Ricordiamo che gli elettrodomestici dovranno avere una classe energetica che non sia inferiore alla classe A+ (solo per i forni è prevista una classe A)

Per quanto riguarda i mobili sono compresi nel bonus anche i complementi d’arredo (no porte, pavimenti o tendaggi).

Anche gli edifici adibiti ad abitazione principale o attività produttive in zone a forte rischio sismico possono usufruire del Bonus sisma che prevede due diversi tipi di soluzioni da poter adottare:

  • Ricostruzione totale di beni immobili danneggiati o distrutti dal terremoto o altri eventi calamitosi (detrazioni al 65%)
  • Interventi di messa in sicurezza (detrazioni dal 50% fino all’85% con miglioria di almeno due classi di rischio)

Un ulteriore novità è rappresentata dalla possibilità di detrazione per seconde case e attività produttive, abitazioni in zona sismica 3, detrazioni in 5 anni, possibilità di detrarre le spese per la classificazione e la verifica sismica. Agevolazioni valide anche per condomini.

Gli Ecobonus sono stati prorogati al 2017 e per altri 5 anni e consente una detrazione fiscale del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Per quanto riguarda i condomini la detrazione è maggiore: 70% se l’intervento sull’edificio in oggetto ha un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda disperdente, 75% se si migliora la prestazione energetica sia invernale che estiva.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Ricerca Avanzata

    0 € to 1.000.000 €

    Altre Opzioni di Ricerca
  • Chiedi informazioni

    CONTATTACI compilando la form qui sotto. Ti risponderemo appena possibile.

    Nome*

    Email*

    Telefono*

    Inserisci il Riferimento Nr. per una veloce ricerca*

    Messaggio

    Privacy Policy. Ho letto l'informativa e accetto le condizioni*.

    * Campi obbligatori.